corsi

La sicurezza dei parchi avventura dipende da tanti fattori, tra i quali la professionalità degli addetti. Ad essi è infatti affidato l’indispensabile addestramento del pubblico, la vigilanza e gli interventi sui percorsi, per effettuare una rapida evacuazione in caso di maltempo o un’operazione di soccorso ad una persona in difficoltà. L’obbligo di formazione degli operatori è previsto dalla norma EN15567-2 che definisce Istruttore la “Persona che è stata addestrata per eseguire le seguenti mansioni: fornire le informazioni necessarie per assicurare che l’attrezzatura e gli elementi siano utilizzati correttamente, verificare che i partecipanti utilizzino l’attrezzatura corretta, valutare l’autosufficienza di una persona su un percorso acrobatico di prova, assicurare che le istruzioni di sicurezza siano seguite scrupolosamente, avvisare un soccorritore in caso di necessità , fornire assistenza ai partecipanti” e Soccorritore “l’istruttore con il compito ulteriore di fornire assistenza e/o riportare al suolo i partecipanti”. Ancora più forti sono i vincoli imposti dalla legislazione nazionale, in particolare il Testo Unico per la sicurezza e salute dei lavoratori, che prevede che la formazione dei lavoratori sia commisurata alla complessità delle mansioni e che siano valutati i rischi per dipendenti e visitatori.

In questi anni gli obblighi di formazione sono stati assolti dai gestori richiedendo la collaborazione delle ditte costruttrici e avvalendosi di Guide Alpine, le quali sono tra i soggetti formatori individuati dall’Accordo Stato Regioni del 2006, applicativo del D.Lgs 235 sui lavori su fune, o degli enti di formazione e delle scuole edili, già specializzate nei corsi per gli addetti ai ponteggi. Sul tema dei lavori in altezza, il Testo Unico (D.Lgs. 81\08), all’appendice XXI prevede una specifica formazione di 32 o 40 ore per gli addetti ai lavori in quota che utilizzino funi, e spesso, in carenza di altre indicazioni, i formatori hanno erogato corsi di questo tipo.

L’ Associazione ha avviato dallo scorso anno un percorso di condivisione di esperienze tra i soci, siano essi soggetti formatori, gestori o costruttori, per giungere alla definizione di un modulo formativo condiviso e specificamente destinato agli operatori dei parchi avventura. Non è stato semplice trovare un punto d’incontro tra le esigenze dei gestori – che hanno bisogno di avvalersi di persone con adeguate capacità ma non possono sostenere costi eccessivi e devono affrontare l’inevitabile turn over degli addetti, dovuto alla stagionalità dell’occupazione – e alle indicazioni dei formatori, che sulla base di una esperienza pluriennale in questo campo, sconsigliavano di limitare troppo il tempo della formazione, perché un operatore di un parco avventura ha bisogno di acquisire competenze specifiche, orientate alla sicurezza del pubblico. Nel mese di Gennaio 2010 è stato quindi definito un modulo formativo che prevede un corso di 24 ore per gli istruttori ed un modulo di 8 ore per gli istruttori con qualifica di soccorritore.  Si è tentato in questo modo di colmare una lacuna, con l’obiettivo di accrescere la professionalità degli addetti e raggiungere una uniformità sul territorio nazionale.  Questa proposta formativa sarà sottoposta al parere delle istituzioni. La nostra Associazione consiglia fortemente di assicurarsi che siano rispettati questi programmi formativi,  rivolgendosi a soggetti con esperienza nella formazione degli addetti nei parchi avventura.

———————————————————————————————-

MODULO A – CORSO ISTRUTTORE PERCORSI ACROBATICI (24 ore)

Presentazione del corso
Cenni normativi D.Lgs. 81/08 e D.Lgs. 106/09
Cenni normativa UNI di riferimento
Documentazione dei percorsi acrobatici
Mansioni e responsabilità dell’istruttore di percorsi acrobatici
Analisi dei rischi più ricorrenti
Attrezzature per alpinismo sportivo (imbracatura, cordini, dissipatori di energia, moschettoni, caschi ecc.)
tipologia di DPI utilizzati in un Parco Avventura (verifiche periodiche, prescrizioni di utilizzo e stoccaggio, manutenzione ordinaria)
Componenti degli elementi che costituiscono un percorso acrobatico
Verifica teorica sulle materie affrontate sino a qui (quiz a risposta multipla)
Movimentazione sui percorsi – esercitazione
Accoglienza dei partecipanti, note di sicurezza.
Vestizione dei partecipanti
Briefing istruttivo e sorveglianza lungo i percorsi
Cenni di pronto soccorso e allertamento del 118
Sindrome da sospensione all’imbracatura
Evacuazione di un parco
Verifica pratica

 MODULO B – CORSO SOCCORRITORE PERCORSI ACROBATICI (8 ore)

Presentazione del corso
Mansione e responsabilità del soccorritore
Attrezzature specifiche di salvataggio ed evacuazione (cenni normativa UNI di riferimento)
Procedura tipo di salvataggio ed evacuazione – esercitazione
Utilizzo di diversi kit di salvataggio – esercitazione
Verifica pratica